Peeling

Doniamo nuova luminosità alla pelle

peeling chimico pelle luminosa medicina estetica

 

Cos’è il peeling

Quando la pelle del viso è spenta a causa di un periodo di particolare stress o a causa del fisiologico invecchiamento cutaneo puoi intervenire per donarle nuova lucentezza.

Il peeling chimico è un trattamento estetico che, attraverso l’applicazione di una sostanza chimica, solitamente un acido, stimola l’esfoliazione ed il ricambio della pelle. Il prodotto penetra dolcemente nella cute grazie ad un piacevole massaggio dei tessuti delle zone che il paziente desidera ringiovanire. L’applicazione può avvenire sul viso, sul collo e sul décolleté ma anche sulle mani.

Quando è consigliato il peeling chimico e cosa possiamo trattare

I primi risultati sono visibili sin dalla prima seduta. Potrai dare nuova vitalità alla tua pelle senza l’utilizzo degli aghi, riscoprendola immediatamente più levigata, chiara e tonica.

Trattamenti a base di peeling sono stati molto utili e hanno dato risultati soddisfacenti a pazienti affetti da cheratosi, discromie cutanee, acne o cicatrici da acne, smagliature o dermatiti seborroiche e perfino a coloro che volevano rendere meno evidenti piccole rughe delle guance e del contorno occhi.

Come interviene il peeling sulla pelle

Il peeling chimico, provocando un’escoriazione progressiva dello stato superficiale della pelle, stimola un forzato rinnovamento della cute e la rende per questo più luminosa, liscia e dal colorito più uniforme. Rimuovendo gli strati più superficiali dell’epidermide ridà tono, elasticità e turgore alla pelle che appare per questo più giovane e lucente.

Alla fine della terza seduta Carla mi confessa che “Da molto tempo volevo fare qualcosa per la pelle del mio viso. La trovavo spenta, con toni disomogenei che mi costringevano ad un make-up pesante e con pori dilatati visibili ad occhio nudo. Il dott. Ferrara mi ha spiegato in modo esaustivo le diverse possibilità a mia disposizione e così ho deciso di sottopormi ad un ciclo di trattamenti di peeling chimico. Sin dalla prima seduta la pelle era più luminosa e compatta. Il peeling ha ridotto sensibilmente le piccole rughe che erano apparse e ha eliminato le fastidiose discromie che dovevo coprire con molto fondotinta”.

Dona nuova luminosità alla tua pelle

Il peeling chimico stimola la rigenerazione delle cellule accelerando il ricambio cellulare che avviene già naturalmente nel derma, elimina le cellule danneggiate e produce una reazione infiammatoria che attiva la produzione di collagene ed elastina, due sostanze che ridonano giovinezza al volto. Dopo varie sedute di peeling superficiale o di media profondità, senza andare quindi a stressare eccessivamente il viso con interventi profondi, avrai la certezza di ottenere risultati duraturi senza effetti indesiderati.

Se anche tu hai notato un cambiamento sul tuo volto e vuoi ridargli luce e vigore contattami. Il primo colloquio è gratuito e senza impegno. Servirà a conoscerci e a capire quale è il trattamento più adatto alle tue esigenze.

Ti garantisco massima chiarezza sulla tipologia del trattamento e sui risultati che potrai ottenere.

Non attendere oltre

Richiedi subito un primo appuntamento gratuito e senza impegno e dona subito nuova luminosità  alla tua pelle!

Contattami subito

Domande Frequenti

Il peeling chimico è un trattamento doloroso?

Il dolore provato dipende dal tipo di peeling utilizzato.
I peeling chimici superficiali (TCA <20%) non sono dolorosi. Vengono applicati con un piacevole massaggio e possono provocare solo un lieve pizzicore che sparisce entro pochi minuti.
I peeling intermedi (TCA 20-30%) possono provocare un bruciore più intenso ma pur sempre ben tollerato dalla maggior parte dei pazienti e che può essere lenito da un ventilatore d’aria fresca posizionato sulla parte trattata per alcuni minuti.
I peeling profondi (TCA 40-50%) invece sono dolorosi e richiedono un’anestesia “locoregionale”, che blocca in modo selettivo alcuni nervi sensitivi, o generale.

E' necessaria una preparazione prima di sottoporsi ad un peeling?

Il peeling interviene in modo delicato sulla pelle per stimolare il ricambio cellulare. Per tale motivo la pelle prima del trattamento non deve essere trattata con maschere esfolianti, scrub, cerette o rasatura. Il giorno del trattamento si consiglia di non utilizzare cosmetici, profumi o dopobarba.

Il peeling può avere effetti indesiderati?

Il peeling chimico è solitamente ben tollerato da tutti i pazienti. Tuttavia nelle pelle più delicate possono manifestarsi temporaneamente brufoli, lievi eritemi o un leggero rossore della cute. Queste manifestazioni si risolvono rapidamente grazie anche alla cosmesi domiciliare che consiste nell’applicazione di una crema idratante e di una protezione solare. I soggetti che soffrono di herpes devono avvisare il medico poiché in questi casi può manifestarsi uno sfogo di herpes simplex che può essere evitato con una cura preventiva.

Durante il trattamento con il peeling chimico bisogna seguire accortezze particolari?

Durante il periodo del trattamento ti consiglio di proteggere e idratare le aree trattate e di non esporti al sole o a lampade abbronzanti. La pelle è particolarmente indifesa nel momento in cui effettua il ricambio cellulare e potrebbe rimanere macchiata in seguito alla fotoesposizione.

Richiedi un consiglio o un primo appuntamento gratuito!

  • Maria

    Meno rughe grazie ai filler di acido ialuronico.

    Prima di provare i filler di acido ialuronico non credevo che mi sarei mai convinta a ricorrere alla medicina estetica. Eppure il tempo ha iniziato a lasciare i suoi segni anche sul mio viso. Così, su suggerimento di un'amica, mi sono rivolta al dott. Ferrara e oggi non so come ringraziarli entrambi. Ho seguito un ciclo di sedute con l'applicazione dei filler all'acido ialuronico. Ho ritrovato una nuova giovinezza nel mio viso. Non ho eliminato tutte le rughe, sarebbe poco naturale, ma ho ridotto quelle che rendevano meno piacevole la mia espressione. Che dire... ancora grazie!
    Maria
  • Francesca

    Fili bioristrutturanti: un sorriso ritrovato!

    A soli 40 anni ho cominciato ad accusare un leggero cedimento degli zigomi. Quando mi guardavo allo specchio non riconoscevo più la mia espressione: sembravo più triste. Dopo qualche ricerca su internet e dopo essermi confrontata con qualche amica ho deciso di ricorrere alla Medicina Estetica. Inizialmente ero un pò scettica, ma non riuscivo più ad accettare il mio aspetto. Mi sono rivolta al dott. Ferrara il quale mi ha informato sul trattamento richiesto e mi ha illustrato in modo chiaro e preciso i benefici e gli eventuali rischi. Grazie alle sue rassicurazioni ho deciso di ricorrere al trattamento con i fili bioristrutturanti e ho finalmente ritrovato il mio sorriso! Perfettamente soddisfatta!!!
    Francesca